Biografia

divider

Pietro Gatto è nato ad Agropoli il 27/05/1986 e risiede dalla nascita a Cetara (SA).

Dopo essersi avvicinato al pianoforte all’età di 12 anni, a quindici viene ammesso all’Accademia pianistica di Imola “ Incontri con il Maestro”, dove inizia a studiare professionalmente con i Maestri Leonid Margarius (erede della scuola pianistica russa di Regina Horowitz) e Anna Kravtchenko (1° premio Busoni 1992), con i quali tuttora si perfeziona.

Dopo la maturità classica, nel 2007 si è laurea in pianoforte al TSS1 presso il conservatorio “ G.Martucci” di Salerno con 110 e lode e  successivamente consegue la laurea specialistica in pianoforte solistico concertistico presso il Conservatorio di Trento  con 110 e lode e menzione d’onore nel dicembre del 2009.

Nel luglio del 2016 completa i suoi studi musicali a Londra presso il Royal College of Music (con la borsa di studio Jenny Marsh Chapman), ottenendo il diploma di “Master of Performance” con distinzione di merito.

Nel 2006 ha vinto, con decisione unanime della giuria, il 1° premio del XVI Concorso Internazionale “Città di Cantù”per la sezione Classici, (ricevendo nella stessa serata anche il premio del pubblico), premio che da ben quindici anni non veniva assegnato ad un italiano.

Tra i premi vinti si annoverano:

1°premio  al Concorso pianistico internazionale Città di Cantù e Premio del pubblico(2006)

1° premio  del Concorso Pianistico Internazionale A.Napolitano di Vietri sul Mare(2011);

2° premio al Concorso Pianisitco Internazionale Shura Cherkassky di Milano(2012)

1° premio al concorso Pianistico internazionale A.M.M.I (2011).

1° premio al concorso internazionale AnnaMaria de Vita(2014)

1° assoluto al concorso “Rospigliosi”di Lamporecchio(2008);

La sua carriera concertistica lo porta presto ad esibirsi in numerose e prestigiose sale da concerto europee, quali:

Festival di St. Martin in the Fields a Londra, Festival Loucen di Praga, Festival del patriarca d’oriente presso la Grande Sala del conservatorio di TBILISI, Clara Schumann Hall di Dusseldorf,  la Società dei concerti nella sala verdi di Milano, Festival Mi.to. al teatro Vittoria di Torino, all’Accademia regia filarmonica di Bologna, per la Società del quartetto di Vicenza, al Teatro Verdi di Salerno, e molti altri enti.

La sua sensibilità musicale lo ha visto coinvolto in collaborazioni cameristiche che spaziano dal duo al settimino. Tra queste ricordiamo quella in duo stabile col violinista Fabrizio Falasca, con il quale ha debuttato al Festival dei 2 Mondi nel 2009, e quella con il baritono Omar Camata e il soprano Anna Dragan, che li ha portati ad eseguire un concerto liederistico con musiche di Mahler, Zemlinsky e Shreker  presso il filarmonico di Rovereto nel centenario della morte di Mahler.

Il 3 ottobre 2007 ha inaugurato la stagione della“Società dei Concerti” nella Sala Grande del Conservatorio “Verdi” di Milano,eseguendo il 2° Concerto di Beethoven con la Stuttgart Philarmonik(Orchestra Filarmonica di Stoccarda) diretta da Gabriel Feltz,ricevendo grandi consensi di critica e pubblico.

Nel febbraio 2010 ha suonato nell’auditorium dell’ Orchestra Verdi a Milano,partecipando all’incisione delle opere complete di Chopin ,registrate e mandate in onda sul canale Iris da Mediaset.

Il 10 Maggio 2013 ha suonato  per il Festival del Patriarca di Tbilisi in Georgia presso la Grande sala del conservatorio.Il successo è stato tale che il giorno dopo è stato registrato un documentario che è andato in onda sulla televisione nazionale georgiana.

La sua carriera lo ha portato ad esibirsi a Londra in palcoscenici quali: St.Martin in the Fields,  l”High Gate School Hall”(fondata da Y. Menhuin), St. James in Piccadilly, e St.Mary Abbots.

Di recente ha eseguito il concerto n 4 di Beethoven presso il Teatro Verdi di Salerno con l’orchestra filarmonico di Salerno diretta dal direttore Marco Boni.